Ecografie a Bologna in Studio e a Domicilio - Diete - Prenotazioni on line 24h al giorno
studiomedicotarozzi@gmail.com
051 38 47 47

Approfondimenti e news

Notizie ed informazioni utili

Aorta Addominale

L’aorta addominale fa parte dell’aorta discendente, fa seguito all’aorta toracica e decorre parallelamente e a sinistra della vena cava inferiore.

Termina a livello del corpo della quarta vertebra lombare, dove si biforca nelle due arterie iliache comuni.

L’aorta addominale emette una serie di piccoli rami:

Parietali, sono l’arteria frenica inferiore (per il diaframma) e le arterie lombari che, in numero di quattro per lato, irrorano i muscoli della parete addominale.

Viscerali, rappresentati dall’arteria celiaca o tripode celiaco di Haller, dalle arterie mesenterica superiore (vascolarizza pancreasduodenointestino tenue e crasso) e inferiore (porzione terminale colon e retto), dall’arteria renale, dall’arteria surrenale media e dall’arteria genitale.

ALCUNE MALATTIE STUDIABILI ECOGRAFICAMENTE

 ANEURISMA AORTICO ADDOMINALE

L’aneurisma dell’aorta addominale (AAA è una dilatazione anomala localizzata nell’aorta addominale tale che il diametro è maggiore di 3 cm o più del 50% rispetto al normale. Solitamente tale condizione non comporta nessun sintomo eccetto quando l’aneurisma si rompe. Talvolta si può accusare dolore addominale, dolore alla schiena o alle gambe. Gli anuerismi di grandi dimensioni possono essere talvolta sentiti premendo sull’addome. La rottura può causare un forte dolore addominale o alla schiena, una bassa pressione arteriosa o una repentina perdita di coscienza..

Gli AAA si verificano più comunemente in coloro che hanno superato i 50 anni di età, nel sesso maschile e tra coloro che hanno una storia familiare della condizione. Altri fattori di rischio sono il fumo, l’alta pressione sanguigna e altre malattie del cuore o dei vasi sanguigniCondizioni genetiche che aumentano il rischio, includono la sindrome di Marfan e la sindrome di Ehlers-Danlos. Gli AAA sono la forma più comune di aneurisma aortico. Circa l’85% si verifica nel tratto dell’aorta sotto i reni e il restante sopra o a livello dei reni. Negli Stati Uniti ai maschi tra i 65 ed i 75 anni fumatori o ex fumatori viene raccomandato uno screening mediante ecografia. Nel Regno Unito lo screening è consigliato a tutti gli uomini sopra i 65 anni. Una volta che viene identificato un aneurisma, in genere, si decide di eseguire altre ecografie ad intervalli regolati per controllare l’evoluzione.

L’astenersi dal fumo è il metodo migliore per prevenire la condizione. Altri metodi possono includere un trattamento dell’ipertensione, dell’ipercolesterolemia ed evitare di essere in sovrappeso. Il ricorso alla chirurgia è solitamente consigliata in coloro che hanno un aneurisma di dimensioni maggiori a 5,5 centimetri nei maschi e maggiori a 5,0 centimetri nelle donne. Altri motivi che consigliano l’intervento sono la presenza di sintomi e un rapido aumento delle sue dimensioni. L’operazione chirurgica può essere a torace aperto o tramite una riparazione endovascolare dell’aneurisma. Rispetto alla chirurgia a aperta, l’approccio endovascolare comporta un minor rischio di morte a breve termine e di una degenza ospedaliera più breve, ma non può essere sempre un’opzione attuabile. Non sembra esserci una differenza nei risultati a lungo termine tra le due metodiche. Tuttavia, sembra che con la procedura endovascolare vi sia una maggiore necessità di ripetere l’intervento.

Ti è stato richiesto un esame Ecocolordoppler per la valutazione delll’Aorta Addominale?
Il Costo dell’esame proposto nel nostro Studio è di 70 €

Prenota


Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
I testi sono stati tratti da Wikipedia
Non ci sono ancora votazioni

Date un vostro voto

Aorta Addominale ultima modifica: 2017-04-06T10:34:18+00:00 da Alberto Tarozzi