Ecografie a Bologna in Studio e a Domicilio - Diete - Prenotazioni on line 24h al giorno
studiomedicotarozzi@gmail.com
051 38 47 47

Approfondimenti e news

Notizie ed informazioni utili
Elastosonografia in Ecografia

Elastosonografia in Ecografia

L’Elastosonografia è una metodica complementare all’Ecografia che permette di valutare la durezza di un nodulo così come si farebbe con una classica palpazione manuale.

Questa metodica viene infatti anche definita “palpazione elettronica” ed è applicata principalmente ai noduli mammari, tiroidei ed ai tratti muscolo tendinei. Con questo esame si è in grado di capire la durezza di un nodulo e discriminare tra noduli benigni e noduli tendenzialmente maligni da destinare ad ulteriori approfondimenti.

A Chi serve l’elastonografia? Questo esame viene riservato principalmente allo studio dei noduli Tiroidei e Mammari. Viene usato inoltre per indagare sottocute e muscoli ed in alcuni casi nella valutazione della fibrosi Epatica.

La tecnica d’esame e di per se molto semplice. Durante lo stessa visita ecografica e con la stessa sonda viene applicata una breve pressione sull’area da esaminare. I tessuti rispondono alla pressione ed al suo rilascio in modo diverso se sono elastici o duri. Questa diversità di risposta viene interpretata dall’eco di ritorno e trasformata in colori che si sovrappongono al nodulo da esaminare. A seconda delle caratteristiche di rappresentazione del colore riconosciamo il grado di durezza che noi indichiamo con un sigla da S1 a S4 dove S1 è e un nodulo molle ed S4 un nodulo duro.

Un nodulo S3 ed S$ non sempre è automaticamente un nodulo maligno ma è un nodulo che viene indicato come rischioso, bisognoso di approfondimento ed orientato all’agoaspirato o alla biopsia.

Elastosonografia in Ecografia ultima modifica: 2017-04-08T09:04:46+00:00 da Alberto Tarozzi

Leave a Reply