Ecografie a Bologna in Studio e a Domicilio - Diete - Prenotazioni on line 24h al giorno
studiomedicotarozzi@gmail.com
051 38 47 47

Approfondimenti e news

Notizie ed informazioni utili

Cosa vede L’Ecografia

L’Ecografia viene utilizzata in ambito diagnostico come esame di primo livello ed è di grande ausilio nella pratica medica comune potendo essere utilizzata in diversi ambiti specialistici.

L’Ecografia è in grado di sondare numerosi apparati ed organi e proprio per queste caratteristiche viene utilizzata come prima diagnostica per immagini. Questo esame consente di evidenziare la presenza di aspetti patologici permettendo una diagnosi o la necessità di percorsi diagnostici di approfondimento.

A seconda dei distretti da sondare si utilizzano apposite sonde per la visualizzazione profonda o superficiale, per lo studio della vascolarizzazione ed ultimamente tramite l’elastosonografia si possono valutare le caratteristiche di elasticità delle masse (vedi elastosonografia per approfondimenti).

Grazie alle proprietà dei tessuti che sono in grado di assorbire o riflettere in tutto o in parte le onde sonore chiamate ultrasuoni (le vibrazioni emesse dai cristalli nelle sonde) l’ecografo interpreta l’energia riflessa trasformandola in immagini. Le immagini pertanto sono ricostruzioni bidimensionali e negli strumenti più avanzati possono anche essere tridimensionali, dei segnali riflessi. La visualizzazione delle immagini è in tono di grigio che noi denominiamo iso, ipo o iperriflettenti (vedi terminologia ecografica).

Il compito di interpretare le immagini sul Monitor sta al medico che grazie alle sue competenze è in grado di comprendere se ci si trovi davanti ad aspetti di normalità o a condizioni patologiche. Per questo motivo l’ecografia è considerata un esame operatore dipendente o competente perché non esiste una scansione standard ma tutto sta nella mano e nell’occhio del medico esaminatore.

Utilizzi dell’Ecografia

  • Eco doppler per i vasi epiaortici
    • Stenosi (diminuzione di calibro)
    • Placche (depositi sulle pareti di colesterolo e calcio a composizione mista)
    • Ulcerazioni (perdita di sostanza)
    • Dissecazioni (slaminamento della parete del vaso)
Non ci sono ancora votazioni

Date un vostro voto

Cosa vede L’Ecografia ultima modifica: 2017-04-06T13:21:42+00:00 da Alberto Tarozzi